IX EDIZIONE
“Contraddizioni. Percorsi fra arte e cibo privatamente pubblici”
Torna a Faenza la ormai famosa CENA ITINERANTE, ORGANIZZATA DA DISTRETTO A FAENZA ART DISTRICT, con il patrocinio del Comune di Faenza: la “social dinner” per definizione – arrivata quest’anno alla nona edizione – ripropone la formula ormai famigliare che coinvolge spazi pubblici e privati, ristoratori, vignaioli e produttori di birra, artisti e musei, tutti insieme in un unico happening.

La novità è che non si tratterà più di una sola cena, ma di un intero WEEKEND ITINERANTE, che durerà da venerdì 13 a domenica 15 maggio. Durante questo fine settimana si potranno scoprire gli spazi “segreti” del Distretto A, il Quartiere ad Alta Densità Artistica, come suggerisce il tema scelto per questa nona edizione, “Contraddizioni”: spazi privati diventeranno pubblici e porte chiuse si troveranno aperte, regalando anche ai visitatori più lontani la possibilità di esplorare angoli insoliti di Faenza.

Naturalmente la serata di venerdì 13 maggio sarà dedicata alla consueta Cena Itinerante, in cui l’unica regola consisterà nello SCEGLIERE IL PROPRIO PERCORSO E IL PROPRIO MENÙ SPOSTANDOSI SE SI VUOLE TRA UNA CINQUANTINA DI LUOGHI. Le iniziative proseguiranno poi sabato 14 maggio e la mattina di domenica 15 maggio, nuove opportunità per visitare gli ALLESTIMENTI ARTISTICI e luoghi aperti al pubblico in via eccezionale, come il Museo Diocesano di Faenza
Ecco le prime ANTICIPAZIONI SUL PROGRAMMA della Cena Itinerante, ancora in definizione, che condurrà i commensali tra tavole apparecchiate e street food, tra rivisitazioni della tradizione (la crepe di piadina) e piatti dai nomi misteriosi. Solo alcuni degli ospiti speciali: la star della pasticceria SEBASTIANO CARIDI, vincitore del programma Rai “Il più grande pasticcere”; lo chef stellato MARCO CAVALLUCCI (da La Frasca di Milano Marittima, Ravenna); BEE L’ARROSTICINO GURMEÈ da Civitanova Marche e lo spazio dedicato al free magazine Gagarin in cui cucinerà MATTARELLO AWAY. La rivista DISPENSA firmerà invece un progetto fotografico dedicato alle dispense dei cucine e sale da pranzo di Distretto A: ogni credenza dice tanto di noi, della nostra storia, delle abitudini, vizi e virtù.
Insieme a loro, come nelle precedenti edizioni, i creatori di POSTRIVORO e i sempre attesissimi SENEGAL BOYS, abitanti del quartiere cuochi per una sera. Torna dopo una pausa anche Loco Squad di Milano Marittima.
Da vera social dinner la Cena Itinerante non poteva non coinvolgere anche il Comitato della scuola di quartiere, che vedrà insegnanti, genitori e bambini impegnati insieme a cucinare e raccogliere fondi, ma anche GAS e ManiTese Faenza che cureranno uno spazio dedicato ai temi del riuso, la sfilata di Garum, e un concerto amplificato dalle pedalate del pubblico su bici speciali. Sempre in tema con il rispetto per l’ambiente il servizio di navette gratuite elettriche per tutta la serata del 13, in collaborazione con Viaggi Erbacci / Green-go Bus.
Guest star d’eccezione al Museo Carlo Zauli anche FREITAG: il brand svizzero di accessori realizzati da teloni di camion torna al museo dopo il temporary store del 2012.

HASHTAG: #CIfaenza16 #DistrettoA #cenaitinerante

CENA ITINERANTE weekend – Programma in breve Contraddizioni. Percorsi fra arte e cibo privatamente pubblici.
13 maggio, dalle ore 19.30 in poi: Cena Itinerante
14 maggio, dalle 18.00 alle 23.00 // 15 maggio dalle 9.30 alle 12.30: porte aperte, spazi chiusi, itinerari improvvisati, colazioni creative, appuntamenti casuali, drinks e…
Il programma resta invariato in caso di maltempo.

Info line attiva dal 1 maggio 2016 (dal lunedì al sabato dalle 16.00 alle 20.00): 392 0319674 Cena Itinerante e’ un progetto di Distretto A Faenza realizzato con il patrocinio di:
Comune di Faenza
Con il contributo di:
Fondazione Banca del Monte e Cassa di Risparmio Faenza
Partner: Diennea MagNews, Gemos Soc. Coop., Tecla, Uemme. Media Partner: Dispensa, Gagarin Orbite Culturali, il Cacofonico
Partner tecnici: Gruppo Erbacci / Green-Go Bus, Hera, Italsedie Srl, Confcommercio Ascom Faenza, Cinefood, Scuola di Musica “G.Sarti”, Litografia Fabbri Modigliana, Oikos, Ambienti, Museo Carlo Zauli, Osteria della Sghisa, Studio Canepa.

Facebooktwittergoogle_pluspinteresttumblrmail